Buccico, l’equità fiscale delle multinazionali è piena di ostacoli

Parla il presidente della Fondazione commercialisti di Napoli annunciando che domani si terrà la XVII edizione di "Spring in Naples"

0
148

NAPOLI – “Negli ultimi anni l’aumento delle pianificazioni fiscali aggressive e la ricerca di soluzioni, non sempre lecite, di metodi per limitare la pressione fiscale da parte delle imprese sfruttando alcuni disallineamenti normativi rappresentano il principale problema per le amministrazioni finanziarie a livello nazionale e internazionale.

In particolare, si sta cercando di eliminare quei processi che le imprese multinazionali hanno appreso adeguando la propria configurazione strutturale alle mutazioni delle condizioni di mercato. Ma l’equità fiscale rappresenta un passo molto lungo e pieno di ostacoli”. Lo ha detto Clelia Buccio, presidente della Fondazione dell’Ordine dei commercialisti di Napoli, presentando la diciassettesima edizione di “Spring in Naples”, convegno di Fiscalità Internazionale e Comunitaria, che si terrà domani, venerdì 25 maggio alle ore 9,00 presso la sede dell’Ordine in Piazza dei Martiri, 30. Tema del forum sarà il progetto BEPS e la pianificazione fiscale delle imprese.

“È importante che ciascuno Stato operi in maniera coordinata e non attraverso misure unilaterali di contrasto agli schemi di pianificazione fiscale aggressiva, poiché potrebbe portare ad un effetto di indebolimento dei principi fiscali internazionali”, ha sottolineato Vincenzo Moretta, numero uno dei commercialisti napoletani. “Stiamo vivendo il cambiamento degli standard fiscali più importante dell’ultimo secolo, nell’ottica di un’azione congiunta di contrasto alle pratiche elusive che mirano a spostare gli equilibri fiscali internazionali”.

Dopo l’introduzione di  Salvatore Tramontano, consigliere Odcec Napoli, interverranno all’evento Massimo Miani, presidente nazionale dei commercialisti italiani; Cinzia Romagnolo, direttore regionale Agenzia Entrate Campania; Fabrizio Carrarini, comandante Comando Regionale Campania Napoli Guardia di Finanza; Michele De Tavonatti, presidente Odcec Brescia; Mario Nussi, presidente Aipdt;  Giovanni Gerardo Parente, presidente Aicec;  i docenti Franco Roccatagliata(Bruges), Gaetano Ragucci (Milano), Stefano Fiorentino (Salerno), Maurizio Logozzo (Milano), Giuseppe Corasaniti (Brescia), Sebastiano Maurizio Messina (Verona), Raffaele Perrone Capano (Napoli). Presiederà i lavori  Cesare Glendi, professore Emerito Università di Parma.

La seconda sessione sarà introdotta dal segretario nazionale dei commercialisti Achille Coppola e dalla consigliera Odcec Napoli Immacolata Vasaturo. Parteciperanno al dibattito i docenti Gianluigi Bizioli (Bologna)Paola Coppola (Napoli), Loredana Carpentieri (Napoli), Thomas Tassani (Bologna), Francisco Jose Canal Garcia, i commercialisti Egidio FilettoPasquale SaggeseAlberto Perani.

Le conclusioni saranno affidate a Stefano Ducceschi (presidente del Comitato etico della Fondazione Odcec Napoli) e a Andrea Anastasi (secondo segretario per gli affari economici e finanziari all’Ambasciata di Svizzera in Italia).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here